URGENTE

Al PREFETTO di Napoli

Al Presidente del Consiglio Comunale

Ai Capi Gruppo Consiliari

Oggetto: Amministrazione comunale di Napoli…ATTEGGIAMENTO VIGLIACCO!

Prot. 570096 del 21.04.2020

Nella giornata odierna si è tenuta, dopo ulteriori 10 giorni di strumentali rinvii, la nuova riunione sul tema della pesante contrazione del salario dei dipendenti obbligati a lavorare in SMART WORKING o addirittura messi in disponibilità (categorie A e B con stipendi che non supereranno gli 800 euro).

Il Sindacato da oltre 50 giorni pone questo tema, assieme alla valorizzazione del lavoro dei dipendenti chiamati a lavorare in sede. Ebbene, l’Assessore al Personale spalleggiato dal Direttore Generale e dal Capo di Gabinetto, ha dimostrato l’assoluto disinteresse verso la sorte economica dei dipendenti comunali e delle loro famiglie.

Non parliamo di richieste di ulteriori risorse finanziarie, bensì di utilizzare quelle già previste e stanziate per l’acquisto dei Ticket Mensa e per il salario accessorio. L’Ente vuole sottrarre in maniera dolosa le risorse ai dipendenti, ha un idea autoritaria della contrattazione, incapace di dialogo, distante dai problemi sociali e racchiusa dentro un eterno spot di se stessa.

Abbiamo voluto pensare che forse occorreva un poco di tempo al nuovo assetto di vertice dell’Ente per un rodaggio. Purtroppo, la verità è che scientemente nel mentre nella nostra Nazione si dibatte il tema della liquidità o del salario di emergenza, la terza città d’Italia assume un atteggiamento vigliacco, ed invece di assumere un ruolo guida nella difesa del salario e valorizzazione del lavoro, penalizza e umilia i propri dipendenti nel momento di maggiore difficoltà economica e sociale.

Oggi abbiamo assistito ad un pessimo tentativo di presa in giro delle lavoratrici e lavoratori. L’unica risposta è la lotta senza quartiere.

Per le Segreterie


FP CISL – Agostino Anselmi

UIL – Annibale De Bisogno

CSA – Franca Pinto / Roberta Stella