AUDIZIONI COMMISSIONE AFFARI COSTITUZIONALE RIFORMA POLIZIA LOCALE


Alle audizioni presso la Commissione Affari Costituzionali, relative alla Riforma della Polizia Locale, il C.S.A. ha chiesto l’unitarietà tra status e regime contrattuale:

  1. L’inserimento nell’art.3 del D.lgs.165/01 Testo Unico Pubblico Impiego (ritorno al regime di diritto pubblico).
  2. L’inserimento negli artt. 16 e 43 della L. 121/81 Nuovo Ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza.
  3. Un Coordinamento unico della Polizia Locale in seno al Ministero dell’Interno.
  4. La modifica dell’articolo 57 c.p.p. per il porto dell’arma fuori dal proprio ente.
  5. Il riconoscimento di categoria usurante.
  6. Il ripristino della pensione privilegiata.
  7. La totale equiparazione alle Forze di Polizia ad ordinamenti civile.
  8. L’equiparazione dei ruoli e delle qualifiche tra enti.
  9. La riconoscibilità e l’uniformità dei gradi sull’intero territorio nazionale.
  10. Il mantenimento della competenza legiferativa in seno alle Regioni.
  11. Il mantenimento della dipendenza in seno agli Enti locali d’appartenenza.
  12. Un Comparto autonomo di contrattazione, e non un’Area all’interno di un Contratto.

    QUANDO SI DISCUTE DI POLIZIA LOCALE,
    IL C.S.A. È IN PRIMA LINEA, ASSIEME ALL’INTERA CATEGORIA!

Per La Segreteria

CSA Napoli

Roberta STELLA