Reg. Prot. 5700367
Napoli, 12.09.2021

Al Direttore Generale

Giuseppe Imperatore

Al Capo di Gabinetto

Ernesto Pollice

Oggetto: Valutazioni delle Performance.

Al Direttore Generale

Giuseppe Imperatore

Al Capo di Gabinetto

Ernesto Pollice

È oramai un pilastro contrattuale nazionale la connessione tra erogazione del salario accessorio e sistema di valutazione delle Performance. Nel comune di Napoli questo percorso è già delineato e costruito nell’ ambito del Contratto Decentrato.
Importanti istituti contrattuali quali Produttività Collettiva, Individuale e Progressioni Economiche Orizzontali sono determinate nel loro valore erogabile ai dipendenti dalle valutazioni fatte dai Dirigenti in coerenza con il dettato contrattuale.

Tutto questo deve essere figlio di una attenta analisi dei parametri del merito e dei percorsi inclusivi che i Dirigenti devono costruire per rendere sempre più attiva la partecipazione ai processi organizzativi di tutto il personale.
Meraviglia, che dopo anni molti dipendenti, mediamente sempre gli stessi, continuino ad avere punteggi bassi pur in assenza di specifiche contestazioni disciplinari o contestazioni di natura organizzativa.

Abbiamo già segnalato che il sistema valutativo può e deve essere migliorato, ma nulla potrà intervenire sulla maturazione di un forte senso di responsabilità da parte della classe dirigente all’atto delle valutazioni.
Dare il massimo punteggio sempre al personale vicino ai centri direzionali e lasciare al ‘popolo’ la parte medio bassa della scala valutativa non è accettabile. Inoltre, sarebbe da chiedersi quale azioni i Dirigenti hanno posto in essere per recuperare quanti gli anni precedenti hanno avuto basse valutazioni o se hanno ritenuto che il proprio compito fosse solo una burocratica e asfittica visione del sistema valutativo, venendo così meno a un proprio doveroso compito.

Sappiamo bene che le valutazioni sono necessarie perché vincolano l’erogazione del salario accessorio, proprio per questo non vanno banalizzate e vanno usate con rispetto per l’ impegno e la storia professionale di tutti o lavoratori.
Ci saremmo aspettati un intento di coordinamento e di univocità nell’applicare il sistema valutativo. Abbiamo assistito all’ognuno per sé Dio per tutti.

Con la nuova amministrazione sarà uno dei primissimi punti da affrontare.


Per le Segreterie

UIL – Annibale De Bisogno / Giuseppe Migliaccio

CSA – Franca Pinto / Roberta Stella